DAL WORLD FOOTBALL SUMMIT OTTIME NOTIZIE PER MATH&SPORT

Intelligenza artificiale, analisi delle performance e tecnologie avanzate e data driven per il fan engagement al centro della due giorni spagnola

Madrid è stata per due giorni la capitale dell’Industria del Calcio Mondiale. Le più grandi società operanti nel settore hanno avuto modo di confrontarsi, parlare ed incontrarsi con Federazioni, leghe e clubs durante il World Football Summit. L’appuntamento spagnolo ha catalizzato su di se il mondo del business calcistico e non poteva mancare Math&Sport grazie alla presenza del Product Manager Gilberto Pastorella. A lui il compito di rappresentare M&S all’evento madridista e di conoscere le potenzialità internazionali di un settore in continua crescita. Le soluzioni personalizzate e di facile integrazione su cui sta lavorando Math&Sport per il calcio hanno ben impressionato gli addetti ai lavori presenti, risultato che porta il team milanese a sfruttare il momento positivo di crescita e promozione internazionale e a spingere sull’acceleratore sfruttando i contatti venutesi a creare in questa importante esperienza.

Gilberto Pastorella, Product Manager Math&Sport: “Sono stati due giorni molto intensi; quello che mi porto a casa sono tante conferme e tanta motivazione. Durante l’evento si è parlato tanto di intelligenza artificiale, analisi dati e performance e tecnologie avanzate e data driven per il fan engagement. Tutti parlano e mostrano trend molto positivi per i prossimi anni, con stime di crescita di questo mercato sempre a doppia cifra. Confrontarsi con delegati e persone di oltre 20 paesi e di tutti i continenti mi ha permesso di capire meglio le dinamiche dei vari mercati e la necessità di applicare una strategia Glocal, ovvero lavorare a livello globale ma con un approccio locale. La customizzazione e l’integrazione che offriamo nelle nostre soluzioni sono un valore fondamentale. Nei prossimi mesi porteremo avanti i contatti stretti in questi due giorni e speriamo di partecipare di nuovo nel 2020 a questo fantastico evento. O magari, che un evento così venga organizzato in Italia, per mostrare al mondo che anche in questo settore, il Made in Italy può dire la sua, dentro e fuori dal campo da gioco”.

Milano, 26 settembre 2019