Virtual coach e Realtà Aumentata in arrivo per il mondo del calcio. Il lancio della prima piattaforma di Intelligenza Artificiale dedicata a uno fra gli sport più amati, sviluppata da Math&Sport e con il supporto di Vodafone Italia, è previsto per l’inizio del 2020. La nuova piattaforma sfrutterà il 5G per arricchire l’esperienza dei fan allo stadio e portare in panchina il Virtual Coach. Sono già in corso i test nei laboratori Vodafone e presto si potrà assistere alle demo sul campo. Quali squadre sperimenteranno per prime il nuovo calcio?

 

5g

 

In panchina arriva il Virtual Coach

 

Math&Sport ha partecipato alla prima edizione del bando “Action for 5G” di Vodafone Italia, proponendo di portare in tempo reale nello stadio ai fan e agli staff tecnici informazioni e indicatori di carattere tattico e tecnico che permetteranno di vivere e interpretare la partita di calcio in un modo completamente nuovo e coinvolgente. Questo sarà possibile grazie alle caratteristiche distintive del 5G: velocità di connessione fino a 10 Gigabit al secondo, bassissima latenza ed elevata densità di connessioni.

Un vero e proprio Virtual Coach sarà presente in panchina per supportare lo staff tecnico in tempo reale: algoritmi che macinano continuamente i dati che arrivano dai sistemi di video tracking per fornire ai Match Analyst e a tutto lo staff tecnico le indicazioni più strategiche per ottimizzare il proprio schema di gioco o contrastare la strategia avversaria. Il Virtual Coach sarà in grado di identificare cosa rende particolarmente pericolosa un’azione di attacco o efficace uno schema difensivo. Fra le molteplici variabili che caratterizzano il gioco di un’intera squadra, il Virtual Coach saprà individuare quelle che in ogni specifico momento della partita hanno il più alto impatto sulla performance. Moduli, coperture, transizioni, velocità, distanze, movimenti sincroni, scelte nei passaggi, aspetti tecnici, tattici e anche cognitivi dei 22 che scendono in campo sono solo alcuni dei fattori che normalmente incidono sull’andamento di una partita. Ora, grazie al Virtual Coach, gli staff tecnici potranno scoprire, in tempo reale attraverso il loro Tablet, cosa più stia condizionando la qualità di gioco.

Realtà Aumentata per i tifosi

 

Vivere la partita di calcio allo stadio non sarà più la stessa cosa! Grazie al 5G e agli algoritmi di Intelligenza Artificiale realizzati da Math&Sport, i tifosi che andranno allo stadio potranno vedere la partita con occhi diversi. Grazie alla realtà aumentata ogni tifoso potrà inquadrare con il proprio smartphone il campione preferito in ogni istante e vedere cose che a occhio nudo non sono percepibili: qual è il suo impatto sulla gara, quale pressione sta subendo, come sta sviluppando la sua corsa, quanto era difficile il passaggio appena fatto e tanto altro ancora. E si potrà anche monitorare l’andamento del ritmo di gioco dell’intera squadra o il suo indice di pericolosità mentre si sviluppa l’azione d’attacco. Ogni tifoso potrà mostrare il suo gradimento sulla singola giocata o su un’azione, uno schema, un modulo di gioco. Un modo nuovo di vivere lo stadio, che permetterà ai tifosi di sentirsi più vicini alla loro squadra del cuore.

 

 

Virtual Coach già all’opera nei laboratori Vodafone

 

Lo scorso febbraio Math&Sport ha testato nei laboratori Vodafone sia l’applicazione dedicata allo staff tecnico sia quella per i fan, da scaricare sugli smartphone dei tifosi allo stadio. È stato predisposto un vero e proprio stadio virtuale ed è stata simulata una partita del campionato di Premier League con i dati forniti da ChyronHego, leader mondiale per i sistemi di videotracking per il calcio. In questo modo, tecnici e manager di Vodafone hanno potuto testare le potenzialità sia della nuova rete 5G sia degli algoritmi realizzati da Math&Sport. Ora il team di Math&Sport è già al lavoro con una serie di attività finalizzate al test in campo e quindi alla user validation (la raccolta di feedback dagli utenti finali). Grande attesa per le prime dimostrazioni live per tifosi e analisti: quale sarà la città europea e quale il match in cui per la prima volta saranno sperimentate queste due nuove tecnologie?