Lega Serie A annuncia l’adozione del “Football Virtual Coach”

Le parole di Ottavio Crivaro, CEO di M&S

Attraverso un comunicato stampa, oggi la Lega Serie A ha annunciato la partnership con Math&Sport, per ufficializzare il lancio di un nuovo e innovativo sistema che permetterà agli staff tecnici di ottimizzare le performance delle proprie squadre: il “Footbal Virtual Coach”.

Ecco le prime impressioni di Ottavio Crivaro, CEO di Math&Sport, direttamente da Barcellona.

Quella con Lega Serie A è una partnership prestigiosa e il “Football Virtual Coach” uno strumento rivoluzionario, quali sono le prime sensazioni dopo l’ufficializzazione?

OC: “Sicuramente a prevalere, in questo momento, è l’orgoglio legato allo straordinario lavoro portato a termine dal team di M&S. Essere riusciti a produrre un tool con una tale complessità, sia architetturale che di software, era tutt’altro che un risultato scontato. Il nostro progetto è una testimonianza della creatività italiana nel campo dell’innovazione, impreziosita anche dall’eccezionalità del cliente. Lega Serie A è, ovviamente, un partner dalle potenzialità straordinarie e questo ci ha permesso di osare e di alzare esponenzialmente l’asticella.”

Quali sono state le principali criticità nel processo di creazione?

OC: “Nel corso dei mesi non sono certo mancate le criticità, assolutamente prevedibili nella messa a terra di uno strumento così complesso. La visione completa di tutti gli elementi del sistema si è materializzata strada facendo, aiutando i nostri ingegneri a modulare il lavoro senza mai perdere di vista il nostro obiettivo finale, che non è mai cambiato dal giorno zero. Se dovessi scegliere un turning point particolarmente rilevante forse sceglierei il test della primavera scorsa. Abbiamo provato il prototipo in campo e ci siamo resi conto di come la complessità del prodotto fosse molto soddisfacente a livello prestativo ma risultasse poco intuitiva per gli addetti ai lavori, che utilizzano il software in tempo reale. In quel momento esatto abbiamo capito che per completare l’opera serviva lavorare sull’immediatezza della traduzione da offrire all’allenatore.”

Quali sono le peculiarità del “Football Virtual Coach”?

OC: “L’elemento senza dubbio più intrigante è il rapporto tra la complessità della struttura matematico-tecnologica dello strumento e la maneggevolezza finale del prodotto, che è stato studiato apposta per offrire un supporto live al decision making degli allenatori. Le notifiche push arrivano direttamente sul tablet, accompagnate da un’immediata chiave di lettura e settate su parametri personalizzati, scelti precedentemente dagli allenatori. Il tutto mentre i dati raccolti si riaggiornano automaticamente ogni quaranta millisecondi. È stata una sfida non indifferente”.

Cosa significa poterlo presentare proprio durante il “Barca Sport Technology Symposium”?

OC: “È una medaglia. Come ogni medaglia è prestigiosa e possiede due facce, entrambe importanti e fatte con lo stesso metallo. Da un lato è un momento importante per Lega Serie A, che si trova per la prima volta tra i relatori del simposio e che ha potuto presentare la novità nel panel What’s Next insieme alla Premier League. Dall’altro è un momento di assoluto prestigio per M&S e l’inizio di un ruolo attivo nel dare forma allo sport del futuro. Ricordo di essere passato qui, durante le scorse edizioni, come semplice addetto ai lavori, perché chiunque, ripeto chiunque, volesse conoscere le innovazioni della tecnologia nello sport aveva segnato in rosso le date del simposio. Ma con il nostro staff c’eravamo ripromessi che, quanto prima, saremmo ritornati al Camp Nou a mostrare coi fatti la nostra visione del futuro. E così è stato, con la soddisfazione aggiuntiva di aver portato un prodotto completamente italiano”.

Quale il prossimo passo?

OC: “Questo è sicuramente un punto di partenza. Un progetto importante, ma comunque non il traguardo finale. Il nostro principale scopo è stato quello di generare valore per i primi stakeholder, cioè le società sportive, offrendo loro uno strumento per ottimizzare la performance dei calciatori in campo. La prossima meta sarà spostare l’asticella e utilizzare la nostra tecnologia per migliorare anche l’esperienza degli spettatori. Il nostro sistema è 5G Ready, grazie alla vittoria nella bando “action for 5G” di Vodafone che abbiamo vinto nella sua prima edizione nel 2018 e grazie al quale abbiamo sviluppato il sistema. In un futuro prossimo, quindi, è possibile immaginare il tifoso allo stadio godere, dal proprio smartphone con tecnologia 5G, di un’esperienza nuova legata alla partita grazie alle applicazioni per la realtà aumentata.”

Qui il link al comunicato stampa completo della  Lega Serie A: http://www.legaseriea.it/it/sala-stampa/notizie/info/lega-serie-a-e-mathsport-presentano-il-football-virtual-coach?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+LegaSerieA-News+%28Lega+Serie+A+-+News%29